L’Italia non è un paese per donne

L’Italia non è un paese per donne

L’Italia non è un paese per donne, diciamolo una volta per tutte e poi parliamo di come cambiare le cose.

Nel Global Gender Gap Index 2011 del World Economic Forum, che misura le disparità complessive di genere nell’accesso alle opportunità e alle risorse (non i livelli assoluti), l’Italia è 74esima su 135 paesi. Per quanto riguarda la partecipazione all’economia e alle opportunità, l’Italia è addirittura 90esima.  La percentuale di partecipazione femminile al lavoro in Italia è in Italia è infatti il 46.4%  anche se ormai più donne arrivano alla laurea degli uomini  (la media EU di partecipazione femminile al lavoro è il 58.6%).

Le presenza femminile nei Consigli di Amministrazione, ce lo dice una ricerca di McKinsey, è al 3% (per dare dei riferimenti: in Norvegia è al 32%, in UK al 12%, in Francia all’8%).

E’ chiaro che c’è molto da fare. Concentriamoci sul futuro.